Unità Transportation Solutions

Unità Transportation Solutions Nel 2010 Ansaldo STS ha mantenuto la forte posizione acquisita nel mercato delle soluzioni di trasporto, consolidando la propria leadership tecnologica e competitiva nel segmento delle metropolitane automatiche.

Nel 2010 gli ordini acquisiti sono stati pari ad 1.142.756 K€, in crescita dell’80% rispetto al dato del 2009 (632.468 K€).
Al 31 dicembre 2010 il portafoglio ordini è risultato pari ad 2.721.540 K€, oltre il 32% in più rispetto ai 2.048.073 K€ del 31 dicembre 2009.

Principali ordini
Paese Progetto Cliente Valore (M€)
Danimarca Copenhagen Supply Ring Metroselskabet 344,4
Danimarca Copenhagen O&M Ring Metroselskabet 232,4
Danimarca Copenhagen Existing Line O&M Metroselskabet 220,8
Italia Napoli Linea 6 – Mostra Arsenale Naples Municipality 160,5
Italia Metro Genova deposito Genoa Municipality 42,4
Italia Metro Genova veicoli Genoa Municipality 31,6
Australia Various Rio Tinto projets Rio Tinto 16,0
Italia Napoli Alifana Consortile - variation Alifana 10,6
Italia Roma Metro Linea B1 Salini 7,4
Danimarca Copenhagen Existing Line O&M - variation Metroselskabet 6,7
Italia HSL variations IRICAV / SATURNO 5,6
Italia Napoli Linea 6 - variation Naples Municipality 4,9
Italia Napoli Alifana Segnalamento - variation Alifana 4,8

L’ordine più importante è stato il contratto sulla nuova metropolitana automatica di Copenaghen denominata Cityringen. Questo contratto, del valore di 576,8 M€ (escluso il materiale rotabile fornito da Ansaldo Breda), è il più importante nella storia ASTS e dimostra non solo l’eccellenza tecnologica della società, che le consente di competere con successo sulla scena internazionale, ma anche la sua capacità di stabilire rapporti di fiducia a lungo termine con i clienti, come dimostrano i molti anni di presenza in Danimarca e l’alto livello di riconoscimento di cui godono le opere che che già erano state compiute in questo paese.

La nostra leadership nel mercato delle soluzioni di trasporto ha ricevuto un significativo contributo da parte dell’Italia, dalla quale sono giunti ordini relativi alle metropolitane convenzionali – l’estensione della Metropolitana di Napoli linea 6 (160,5 M€); l’estensione di una tratta della metropolitana di Genova fino al deposito (42,4 M€), la fornitura di sette nuovi treni per la metropolitana di Genova (31,6 M€) e per la Linea B1 della metropolitana di Roma (7,1 M€).

Nell’area Asia-Pacifico Ansaldo STS ha firmato in un accordo quadro in Australia per il trasporto merci ferroviario di Rio Tinto, che garantirà una quantità costante di fatturato annuo per il prossimo quinquennio, con un importo complessivo di circa 340 M€.

Nel 2010 abbiamo inoltre continuato a sviluppare e testare nuove tecnologie per aumentare il nostro vantaggio competitivo nel mercato del trasporto urbano.

In collaborazione con Ansaldo Breda, siamo riusciti a mettere in servizio la nuova tecnologia di alimentazione posizionata a livello del suolo, senza catenaria, chiamata TramWave; questa tecnologia è attualmente in fase di offerta per la sua applicazione all Sistema LRT di Losail in Qatar.

Anche la strategia Fast Forward Driven by Business ha fornito un enorme impulso alla Business Unit consentendole di evolversi dallo status di impresa europea di grande successo a quello di fornitore globale di sistemi di trasporto  competitivi e sostenibili in tutto il mondo.

In Italia, i piani di espansione del trasporto urbano sono stati confermati, anche se in diversi casi il loro completamento è stato notevolmente rinviato a causa di rallentamenti riconducibili alla crisi economica.
Inoltre sono attese a breve le estensioni degli ordini per le concessioni esistenti.

Siamo attualmente in attesa del risultato della gara d’appalto riguardante la Linea 4 della metropolitana automatica di Milano, la cui offerta è stata presentata nel dicembre 2010.

Nella regione europea, dopo il più recente successo del Cityringen, la Danimarca è diventa un mercato altamente strategico, tenendo conto anche della presenza di lunga data del gruppo nel paese: la metropolitana automatica di Copenhagen - dove ASTS svolge anche la funzione di operatore - è uno dei migliori biglietti da visita per l’Unità Transportation Solutions.

Nel resto d’Europa la situazione macroeconomica ha causato un rallentamento in diversi progetti (soprattutto nelle regioni dell’Europa orientale, dove i piani di sviluppo della Comunità europea non coprono tutte le esigenze locali).

I Paesi del Medio Oriente stanno investendo moderatamente in nuove infrastrutture pubbliche.
In Qatar, come detto sopra, ci sono attualmente offerte per il progetto Losail LRT, dove verrà proposta la tecnologia senza catenaria TramWave.
In Arabia Saudita l’azienda punta molto sul progetto della metropolitana senza conducente presso Università delle donne di Riyadh, assegnato ad Ansaldo STS nel 2009, con l’aspettativa di poter ulteriormente incrementare la quota di mercato.

Sono previsti anche molti altri progetti di trasporto di massa in Medio Oriente nei prossimi 5 - 10 anni, a seconda dei ritardi causati dalla crisi finanziaria.

In Nord Africa, a causa dell’attuale situazione di crisi e instabilità, si suppone che la maggior parte dei progetti possa essere cancellata o subire ritardi.

In Tunisia, due nuove linee della ferrovia suburbana di Tunisi sono attualmente in fase di offerta, ma, a causa della situazione attuale del paese, la procedura di gara dovrebbe essere differita nel tempo.

Tutte le altre aspettative di crescita relative alla regione Asia-Pacifico sono state invece pienamente confermate.

In India e Thailandia, sono previsti diversi progetti a breve e medio termine, sia per i trasporti urbani che per quelli ferroviari. L’India, in particolare, sembra essere una delle aree con il maggiore potenziale, grazie alle aspettative riposte su progetti riguardanti il segmento mass-transit e quello del trasporto merci.

A Taipei nel 2011 saranno aperte le offerte per l’estensione della Circular Line e per una nuova linea metropolitana.

In Malesia, l’Unità di Business è attualmente in fase di offerta per l’estensione del sistema Ampang LRT di Kuala Lumpur.

In Nord America, è stato compiuto un passo importante per presentare l’offerta relativa alla metropolitana senza conducente di Honolulu, attualmente in fase di valutazione. A breve e medio termine esistono aspettative concrete per alcune gare relative al segmento HSL, vale a dire la nuova linea denominata Desert Express, che collegherà Los Angeles a Las Vegas.

In termini di opportunità in Sud America, i paesi più interessanti sono il Brasile, la Colombia e il Cile, dove sono in programma alcuni progetti relativi alle metropolitane senza conducente.