Unità Signalling

Nel 2010 gli ordini acquisiti sono stati pari a 890.205 K€, in diminuzione del 28% rispetto al dato del 2009 (1.243.016 K€). Al 31 dicembre 2010 il portafoglio ordini è risultato pari a 2.090.584 K€, il 6% in più rispetto ai 1.980.191 K€ del 31 dicembre 2009.

Principali ordini
Paese Progetto Cliente Valore (M€)
Libia Sirti Bengazi line RDZ 201,8
Australia ARTC various projects ARTC 83,7
Kazakhstan Korgas – Zhetygen (300 km) KDZ 45,6
USA UP CAD-X OTP (Settlement) Union Pacific 44,7
Italia ACC Nodo di Genova RFI 43,7
Italia On Board HSL Zephiro Train Ansaldo Breda 29,5
Italia ATC Wayside + On Board - varianti RFI 20,3
USA WMATA Blue / Orange Line WMATA 20,0
Brasile Vale Switch Machines Vale 18,0
Italia HSL – variation orders RFI 13,8
USA WMATA 7000 CAB Series WMATA 12,8
China Chengdu Line 2 Insigma 11,6
China 380 ATP C3 (1st lot for 120 OBU) Hollysis 8,1
USA WMATA Red Line rehab WMATA 8,0
Korea Rotem 56 electric loco Hyundai Rotem 7,1
Italia ACC variation orders RFI 6,7
Australia Rio Tinto various projects (n.6 orders) Rio Tinto 6,3
Italia ATC Wayside: reconfig. Verona, Firenze RFI 5,1
India KfW variation orders KfW 3,9
Australia FMG – various orders FMG 3,7
USA Components, Service & Maintenance Various 62,8
Italia Components, Service & Maintenance Various 33,9
Francia Components, Service & Maintenance Various 32,4
Australia Components, Service & Maintenance Various 9,7

Gli eventi 2010 sono segmentabili in 3 categorie:

  1. i principali risultati dei progetti con nuove tecnologie,
  2. gli ordini chiave per il business,
  3. le alleanze strategiche per le prospettive future.

1. I PRINCIPALI RISULTATI

L’utilizzo della nuova tecnologia per il Mass-Transit CBTC (Radio Communication Based Train Control), un sistema completamente integrato che fornisce segnali di comunicazione radio a due vie ad alta velocità di tra linea ferroviaria e le apparecchiature del treno.
I suoi punti di forza comprendono un grande aumento della capacità in termini di maggior numero di treni in circolazione, grazie alla riduzione degli abbrivi tra i treni, tempi di sosta più brevi in stazione, un minor numero di segnali lungo la linea, con conseguenti costi di approvvigionamento inferiori, così come minori spese per la manutenzione e di conseguenza per le parti di ricambio. La possibilità di sovrapporre questa tecnologia ai sistemi già in funzione, consente inoltre:

  • di mantenere in uso l’infrastruttura esistente mentre si effettuano le varie installazioni e prove della nuova soluzione (sia lungo i binari sia a bordo dei treni);
  • di gestire simultaneamente situazioni di traffico misto (cioè adottando in parallelo treni già dotati di CBTC e altri che ne siano ancora privi);
  • l’opportunità di aggiornare tutti i treni in fasi diverse, evitando il completo fermo fino al completamento dell’aggiornamento.

Applicazioni del CBTC nel 2010:

  • il sistema di sovrapposizione sulla linea 3 della Metropolitana di Parigi commissionato a marzo 2010 per l’operatività con CBTC attraverso un progressivo ammodernamento dei treni, consentendo operazioni di traffico misto per un determinato periodo di tempo prima della piena adozione della nuova tecnologia;
  • la sovrapposizione del sistema sulla linea Alifana della Metropolitana di Napoli;
  • la subfornitura della piattaforma CBTC e dei componenti hardware principali per la linea 1 di Chengdu che si estende sottoterra per 18,5 km con 16 stazioni della metropolitana e 17 treni (34 set di cabina), aperta al pubblico a settembre 2010 (la piena funzionalità CBTC dovrebbe essere attuata entro il primo semestre 2011);
  • la Linea 1 di Shenjang, lunga 27,9 km e con una capacità di 23 veicoli (46 set di cabina), per la quale Ansaldo STS USA è subappaltatore di Insigma e fornisce la piattaforma di base CBTC e le componenti hardware fondamentali.

Queste linee saranno completate nel 2011 con l’implementazione degli apparati ATO (Automatic Train Operation) per la piena applicazione del sistema CBTC.

L’utilizzo dell’ERTMS (European Railway Traffic Management System), un avanzato sistema di segnalamento interoperabile, basato su specifiche ormai riconosciute e accettate in tutto il mondo, che combina il controllo automatico e le funzioni di protezione del treno con la possibilità di ottenere una maggiore capacità della rete attraverso una più efficace gestione del traffico.
Un treno adeguatamente equipaggiato con l’ERTMS può viaggiare su qualsiasi rete dotata di un sistema simile, indipendentemente dal sistema di segnalamento in uso, dal paese e dalla legislazione che il gestore dell’infrastruttura è tenuto a rispettare.
I vantaggi principali sono l’adeguatezza del sistema per le reti con velocità fino a 500 km/h, la garanzia dell’interoperabilità della rete ferroviaria, l’aumento della sicurezza del traffico ferroviario e della sua efficienza, l’incremento della capacità della rete e delle prestazioni in presenza di una riduzione dei costi di produzione e di gestione.
L’Unità Signalling opera con i propri sistemi basati su questa tecnologia in oltre il 50% delle reti ad Alta Velocità costruite in tutto il mondo (Giappone escluso) ed è pertanto leader indiscussa per quanto riguarda l’ERTMS di livello 2, il più avanzato sistema di controllo ferroviario mai prodotto.

Applicazioni dell’ERMTS nel 2010:

  • il Progetto Zhengxi per la nuova linea ferroviaria passeggeri dedicata Zhengzhou-Xi’an sia a bordo treno sia sui binari (Radio Block Center);
  • i servizi passeggeri di una sezione di 40 km da Pwllheli ad Harlech sulla linea Cambrian dal Centro di Segnalazione di Mackgulleth (Galles).

Applicazioni di altre tecnologie ad Alta Velocità:

  • i servizi passeggeri per la linea ad alta velocità Daegu-Busan in Sud Corea;
  • l’entrata in servizio del treno ad alta velocità KTXII prodotto da Hyundai-Rotem Company sulla linea Seoul-Daegu in Corea del Sud.

Applicazioni del nuovo sistema di interscambio basato su tecnologia computerizzata:

  • la stazione di Tunisi Vill, la più grande in Tunisia con 111 tratte ferroviarie e 55 movimentazioni;
  • introduzione del nuovo sistema di interscambio presso Etaples di Réseau Ferré de France (RFF).

2. GLI ORDINI PER I BUSINESS CHIAVE

Ansaldo STS si è aggiudicata 4 contratti con WMATA, la metropolitana di Washington, per:

  • il ripristino delle linee arancione e blu,
  • le fasi da 2 a 4 della linea rossa,
  • la fornitura di unità di cabina.

Tramite la controllata Ansaldo STS USA, Ansaldo STS ha firmato un contratto per l’implementazione di un
nuovo sistema CBTC come parte del suo accordo di alleanza strategica con Zhejiang Zheda Insigma Group Company Ltd. (Insigma), con sede a Hangzhou, Cina.
Il nuovo contratto riguarda la realizzazione di un sistema CBTC per il progetto della Linea 1 della Metropolitana Hangzhou, una delle città più importanti del delta del fiume Yangtze, che è anche la prima costruita nella capitale della provincia di Zhejiang. La nuova linea di transito sarà lunga 53,6 km con 34 stazioni e 48 treni, e l’apertura è  prevista per giugno 2012.
Il sistema di Hangzhou sarà inoltre il primo a implementare la nuova CPU Microlok® II con architettura 2 su 2 di Ansaldo STS USA e una nuova configurazione hardware di sicurezza.
Questo contratto è il settimo progetto di Ansaldo STS USA in Cina per quanto riguarda le metropolitane e il quinto come parte di un’alleanza strategica con Insigma.
Nel giugno 2008, Ansaldo STS aveva già vinto il contratto per l’estensione della Linea 2 di Shanghai che fornisce il servizio di collegamento verso l’Aeroporto Internazionale di Pudong e l’Aeroporto di Hongqiao. L’accordo prevede la fornitura del collaudato Automatic Train Control (ATC), sistema di segnalamento e di controllo dei treni, che include le funzioni di Automatic Train Protection, Automatic Train Operation e Automatic Train Supervision.
Rete Ferroviaria Italiana S.p.A. ha assegnato ad Ansaldo STS lavori per un valore di 43,7 M€ sul potenziamento tecnologico della rete ferroviaria Genova.
Le opere in questione riguardano innovativi equipaggiamenti di sicurezza e di segnalazione, il sistema di collegamento multi-stazione via computer (ACC) e le telecomunicazioni tra le stazioni di Genova Voltri e Genova Brignole. Quest’ultimo avrà una centro di controllo delle operazioni multistazione situato a Genova Teglia, già sede del sistema di controllo centralizzato del traffico (CTC) in servizio dal 2003 (ultimo tratto della linea aperta nel 2006), sviluppato e fornito esclusivamente da Ansaldo STS.

Il consorzio costituito da Ansaldo STS e SELEX Communications, entrambe società di Finmeccanica, ha firmato un contratto del valore di circa un totale di 247 M€ con Zarubezhstroytechnology, controllata dalle Ferrovie Russe JSC RZD, per la fornitura di sistemi di segnalamento, automazione, telecomunicazioni, approvvigionamento dell’energia, sicurezza e ticketing sulla linea Sirth Bengasi in Libia.
Ansaldo STS guida il consorzio con una quota del 81,8%, equivalenti a circa 202 M€. L’appalto, assegnato a
seguito di una procedura di gara che ha coinvolto i principali concorrenti internazionali, è stato lanciato da Ferrovie Russe come appaltatore principale responsabile per le Ferrovie Libiche in merito a tutte le opere sulla linea di 550 km Sirth-Bengasi (opere civili, fit-out e tecnologie).
Le attività assegnate ad Ansaldo STS e SELEX Communications richiederanno circa tre anni per essere completate. In particolare, Ansaldo STS sarà responsabile per il sistema interoperabile europeo denominato European Rail Traffic Management System (ERTMS) / European Train Control System (ETCS).
Questo contratto nasce a seguito dell’accordo del valore di 541 M che Ansaldo STS ha firmato direttamente con le Ferrovie libiche nel luglio 2009 per la fornitura di sistemi di segnalamento, telecomunicazione e alimentazione per la linea costiera da Ras Ajdir a Sirth e per la linea interna da Al-Hisha a Sabha, per un totale di 1.450 km.

Contratto per la Linea Zhetygen - Korgas in Kazakhstan
La joint venture “Kazakhstan TZ - Ansaldo STS Italia Srl”, ha assegnato Ansaldo STS un contratto del valore di circa 45,6 M€ per la progettazione, fornitura, installazione e messa in servizio degli impianti di segnalamento e telecomunicazioni per la linea Zhetygen-Korgas (300 km a sud-est del paese). L’accordo, che era stato preannunciato in giugno, è particolarmente significativo perché consente ad Ansaldo STS di ben posizionarsi per il programma di massicci investimenti previsti nei prossimi 10 anni per l’aggiornamento della rete ferroviaria del paese.

3. LE ALLEANZE STRATEGICHE

Ansaldo STS ha firmato un Memorandum di Intesa con le Ferrovie Russe (RZD) per la creazione di una joint-venture tra Ansaldo STS (49%) e NIIAS (49%) e SM (2%), due delle società controllate da RZD, per sviluppare iniziative nei campi del segnalamento ferroviario, delle telecomunicazioni, dell’automazione e della salute e sicurezza.
In particolare, l’accordo prevede la fornitura di tecnologia per 100 stazioni, 100 veicoli e 50 linee ferroviarie entro il 2020, per un valore complessivo che potrebbe arrivare a 1,5 MLD€.
Con questo nuovo accordo, Ansaldo STS rafforza la propria posizione nel settore del segnalamento sul mercato russo, entrando perciò nel segmento dello station deployment.

Proseguono le attività (progettazione, trasporto, installazione, collaudo e messa in servizio) oggetto del contratto valore di circa 7,4 M€ firmato a fine 2009 tra Ansaldo STS e NIIAS (società controllata dalle Ferrovie Russe JSC RZD) per sperimentare - su un sito di prova dislocato vicino alla città di Sochi - l’innovativo sistema ferroviario di segnalamento ITARUS-ATC.
Il sistema si basa sull’interoperabilità dell’European Rail Trafic Management System (ERTMS) / European Train Control  System (ETCS), e ha richiesto l’implementazione delle più avanzate soluzioni tecnologiche italiane e russe. Concepito come un sistema allo stato dell’arte, ITARUS-ATC presenta un rapporto di costi efficace, è adattabile alle ferrovie a basso, medio ed alto traffico, comprese le linee ad alta velocità, ed è in grado di incrementare la sicurezza e la capacità delle linee. Il contratto è di elevata importanza strategica e pone le basi per ulteriori future iniziative sulle linee ferroviarie del Paese (ad esempio, nuove linee ad alta velocità, corridoi eurasiatici, sistemi di trasporto per i Giochi Olimpici di Sochi 2014).

Il mercato ferroviario mondiale
Le prospettive a lungo termine sono ottime, con un tasso di crescita di circa il 3% in tutti i segmenti che perdura da 6 anni e si manterrà fino al triennio 2019-2021. Partendo da un punto di partenza così elevato, tale valore si assottiglierà via via verso una media dell’1%-2%.

Ci si attende una notevole richiesta di prodotti ferroviari di controllo soprattutto in Russia, Africa e Medio Oriente.

L’Europa occidentale dovrebbe restare il più importante mercato accessibile fino al 2020: dopodiché le prospettive di crescita appaiono limitate a seguito del completamento dei più importanti ordini di sostituzione del materiale rotabile di base e a causa di restrizioni finanziarie.
L’area Asia-Pacifico è ormai divenuta il più grande mercato ferroviario al mondo, arrivando a raddoppiare il proprio valore negli ultimi quattro anni e mantenendo un potenziale di crescita continua.
I tassi di crescita appaiono più elevati nel segmento urbano, trainati principalmente dalla domanda di sistemi di metropolitana nelle megalopoli dell’Asia-Pacifico e Resto d’America, mentre è in calo il mercato dell’altissima velocità. La metropolitana leggera è il segmento in più rapida evoluzione ma è ancora quello più piccolo ed ha pertanto il potenziale per divenire il prossimo driver primario di crescita.

LE STRATEGIE PER IL 2011

La competitività del portafoglio è essenziale, in particolare nel settore delle ferrovie per i Paesi Emergenti e per gli Stati Uniti mentre gli operatori europei (in particolare in Germania, Francia, Regno Unito) ritengono che l’ERTMS sia costoso e abbia prestazioni limitate e sono quindi alla ricerca di combinazioni alternative ottimali.

L’adozione di un approccio rivolto più al “sistema” che al “prodotto” è anche necessario per gestire, nel portafoglio, i prodotti esterni nel campo delle telecomunicazioni (Scada, CCTV, PI, alimentazione, HLS e componenti di segnalamento).

Per ottenere competitività attraverso l’efficienza, nel prossimo futuro Ansaldo STS dovrà:

  • limitare lo sviluppo in tutto il mondo di siti che includono la completa organizzazione (personale, operazioni) e pertanto portano ad un eccesso di spese generali e costi indiretti (formazione, informatica, viaggi);
  • ridefinire il valore di “vicinanza al cliente”, al fine di sfruttare un numero più limitato di centri di competenza;
  • utilizzare piattaforme standard di più semplice ingegnerizzazione, al fine di ottimizzare le risorse in materia di Ricerca e Sviluppo;
  • impegnarsi per evitare duplicazioni tra Business Unit nelle capacità di ingegneria (Scada, Telecomunicazioni, HLS, e segnalamento);
  • far leva sulle attività commerciali dell’Unità Transportation Systems nel campo del mass-transit e, reciprocamente, su quelle dell’Unità Signalling nel settore ferroviario;
  • essere maggiormente selettiva sui mercati, evitando le situazioni di concorrenza troppo elevata ma anzi facendo leva sulle partnership (alleanze, joint-venture).